EDILIZIA, «PARTE DA CATANIA LA RIPRESA DEL SETTORE»

  1. edilizia sicilia saem2013

CATANIA – «La città di Catania ha tutte le carte per diventare il simbolo del rilancio e della ripresa economica, per superare uno stato di crisi molto delicato. Ecco perché ritengo che iniziative come il Saem assumano un valore particolare: non si tratta solo di un evento fieristico ma di un chiaro segno di coraggio imprenditoriale, di solidità professionale, di fiducia nel comparto edilizio e nel sistema economico regionale, per affacciarsi con ottimismo e lungimiranza al futuro e aprire nuove frontiere alla sostenibilità ambientale». Con queste parole l’assessore regionale all’Energia e ai Servizi di Pubblica utilità Acque e rifiuti Nicolò Marino ha inaugurato – questa mattina 24 ottobre – la ventunesima edizione del Salone dell’edilizia del Mediterraneo, che sarà ospitato fino a domenica 27 alle Ciminiere di Catania, dalle 10 alle 20.

«Sono le aziende a fare la differenza – ha commentato il direttore di Eurofiere Alessandro Lanzafame – la qualità che le contraddistingue, la tenacia nel confermare la presenza nonostante il momento non sia dei più rosei. Questo è anche il nostro punto di forza: da oltre vent’anni organizziamo un evento che possa offrire una visione completa del settore, dall’esposizione con oltre cento realtà, la metà nazionali, alla consulenza front office, passando per la convegnistica che vanta collaborazioni di prestigio con Ordini professionali e Associazioni nazionali. Tutto questo ha permesso che Saem, anche quest’anno, sia un punto di riferimento per tutto il Sud Italia». «Una boccata di ossigeno» come l’ha definita il vice presidente Ars Salvo Pogliese, «non solo per il comparto edile che, come tutti sanno, è tra i più sofferenti in questo momento, ma anche per l’indotto che gravita attorno ad un evento di questa portata».

Tagliato il nastro, è stato dato il via ufficiale alla kermesse che presenta 15mila mq di superficie espositiva su due livelli, un’ampia area dedicata ai convegni e tanti settori coinvolti: dal comparto energetico all’approfondimento normativo; dalle soluzioni per costruire edifici a impatto zero alle linee guida per la sicurezza nei cantieri e la prevenzione antisismica, fino agli strumenti e ai macchinari più all’avanguardia proposti dal mercato.

L’ambito dell’ingegneria della sicurezza è particolarmente caro al Saem, come testimonia la partecipazione dell’Anis e del suo presidente Antonio Leonardi che stamattina ne ha ribadito «il ruolo strategico, con un’attenzione crescente anche grazie ad iniziative come il Salone dell’edilizia». «Il fermento e la voglia di fare non manca – ha affermato l’assessore comunale ai Lavori Pubblici Luigi Bosco, presente all’opening – come dimostra Saem, che ha certamente bisogno della struttura adeguata per essere ospitato ed esprimersi al meglio».

Dunque rinnovamento e promozione sono le parole chiave che caratterizzano il Salone, come sottolineato dall’assessore comunale all’Urbanistica Salvo Di Salvo che ha fatto un plauso all’iniziativa per le tematiche attuali e di particolare interesse che affronta. All’inaugurazione erano presenti anche i presidenti dell’Ordine e della Fondazione degli Ingegneri di Catania Santi Maria Cascone e Aldo Abate, il componente del Consiglio nazionale ingegneri Gaetano Fede, il presidente entrante del Collegio dei Geometri di Catania Paolo Nicolosi e quello uscente Rosario Cucuccio, il responsabile Osservatorio nazionale Fondazione Bioarchitettura Francesco Ferrara.

CONVEGNI OGGI E DOMANI- Questo pomeriggio (24 ottobre) si terranno i due convegni “Sicurezza dei lavori in quota scelta e controllo dei dispositivi di ancoraggio tra regolamento u.e. 305/2011 e norma EN 795:2012” e “Cadute dall’alto- criteri di progettazione” organizzato da Aipaa e Anis. Domani (venerdì 25) alle 10.00 si svolgerà  il convegno “Rinnovare il patrimonio edilizio, attività di prevenzione e opportunità di sviluppo”, organizzato dall’Ance Catania; alle 15.30 l’incontro nazionale dell’Anis “Le semplificazioni in materia di sicurezza sul lavoro nel settore edile” Legge 98/2013 di conversione del “Decreto del Fare” (D.L. n. 69 del 21 giugno 2013). Nel pomeriggio (ore 16) presso lo stand dell’Ordine degli Ingegneri si terrà i primo dei tre seminari organizzati su “Inarcassa e riforma delle professioni” a cura di Gateano Fede; sabato 26 (ore 16) sulla “Certificazione energetica” a cura di Aldo Abate, domenica (18.30) sulla Formazione professionale obbligatoria, a cura di Carmelo Maria Grasso.

Posted in: